Nuovo regolamento delle affittanze

Il nostro obbiettivo primario è che nel vicinato regni l’armonia. Per ottenere ciò è fondamentale che ci siano comprensione e tolleranza. La convivenza in una comunità di residenti, con persone di età e culture differenti, richiede il rispetto reciproco da parte di tutti. Si possono evitare litigi e malumori se si comunica e ci si ascolta. Affinché non nascano conflitti, servono regole precise. 

Un bell'ambiente, una parte esterna curata, un giroscala pulito nonché impianti funzionanti, migliorano la qualità di vita di tutti gli inquilini. Per ottenere ciò è fondamentale trattare in modo attento e responsabile non solo il proprio appartamento, ma l'edificio intero.

Per questo motivo sono da rispettare tutte le disposizioni di legge, la convenzione o il contratto di locazione e il regolamento delle affittanze. In particolare vale per residenti e i visitatori:

a)   È obbligatorio rispettare la quiete nelle ore notturne dalle ore 22.00 alle ore 7.00 e nel pomeriggio dalle ore 13.00 alle ore 15.00. In generale è da adottare un comportamento rispettoso verso i vicini.

b)   Il portone di casa e gli altri accessi dell’edificio devono essere chiusi, fatto salvo un breve periodo in orario diurno per la necessaria areazione degli spazi comuni.

c)   È vietato fumare negli spazi comuni chiusi.

d)  Negli spazi comuni è vietato consumare alcolici o sostanze vietate dalla legge.

e)   L’edificio è da mantenere pulito e libero da immondizie. Mozziconi di sigarette non devono essere gettati negligentemente, i muri non devono essere imbrattati con scritte, disegni ecc.

f)   Il verde comune dei giardini va usato con cura, le aiuole non vanno calpestate. È vietato appropriarsi del verde comune per piantare piante o fiori. Vanno osservate le indicazioni riportate nella segnaletica presente negli edifici.

g)  È vietato depositare biciclette, motorini e simili in evidente stato di abbandono negli spazi comuni.

h)  Negli spazi comuni è vietato installare attrezzi da gioco (altalene, trampolini, scivoli, piscine, ecc.).

i)    I minori sia appartenenti al proprio nucleo familiare che affidati od ospitati, anche per brevi periodi, devono essere sorvegliati al fine di evitare che si feriscano, provochino danni o rumori molesti. È vietato giocare nelle aree adibite a parcheggio, nelle aree di manovra, sulle scale, sotto i porticati, negli ascensori e in genere in luoghi pericolosi o di rischio di danni ai residenti.

j)    Il parcheggio di autovetture è consentito unicamente negli spazi a ciò destinati e secondo le direttive dell’IPES.

k)   Il motore delle autovetture, dei motorini e di ogni altro veicolo non deve essere lasciato acceso oltre il tempo strettamente necessario.

l)    Non è consentito lavare veicoli negli spazi comuni.

m) Gli animali non possono essere lasciati liberi di circolare negli spazi comuni senza le dovute cautele.

n)   È vietato alimentare piccioni o altri animali negli spazi comuni.

o)   L’utilizzo degli ascensori è consentito esclusivamente per il trasporto di persone e di animali domestici. I minori di età inferiore ai 12 anni devono essere accompagnati da un adulto.

p)   Le parti conduttrici rispondono in solido dei danni arrecati all’edificio, dei quali non si riesce a identificare l’autore.

q)  In caso di rischi per la sicurezza i residenti sono obbligati ad avvisare tempestivamen­te i soccorsi, in primo luogo i pompieri, e successivamente l’IPES.